giovedì 16 giugno 2016

VSAN deduplication and compression

Virtual SAN 6.2, nella versione all flash,  introduce le features di deduplica e compressione che permettono di ridurre lo spazio fisico occupato sulle SSD. Si abilitano a livello globale, per l'intero cluster, utilizzando un semplice drop-down menu. Abilitandolo verrà riformattato l'intero datastore, senza provocare nessun downtime per le VM in esso contenute. Non è possibile abilitare le features per singole VM.
Le operazione di deduplica e compressione vengono eseguite dopo aver ottenuto la write acknowledge in modo di minimizzare l'impatto sulle performances.
La deduplica avviene nel momento in cui i dati  passano dalla cache ai dischi capacitivi (de-staging), utilizzando un algoritmo SHA-1 che calcola una ash per ogni blocco da 4K e riduce ad unico blocco tutti i  blocchi identici all'interno di un singolo disk group, le copie identiche distribuite su diversi disk.group non vengono deduplicate.
Dopo aver deduplicato e prima che il blocco venga scritto sui dischi capacitivi,  interviene l'algoritmo di compressione (LZ4) sui blocchi da 4K comprimibili a 2K. Se il fattore di compressione dovesse essere inferiore, il blocco non vine compresso in quanto l'utilizzo di risorse computazionali per comprimere/decomprimere il blocco non varrebbe il minimo risparmio di spazio.
I metadati necessari alle 2 features vengono distribuiti su tutti i dischi capacitivi (occupando circa il 6% dell spazio disponibile) impedendo la rimozione di un singolo disco (se un disco si guasta, l'intero dik group verrà ricostruito)

Nessun commento:

Posta un commento