mercoledì 1 marzo 2017

REST API con vcenter 6.5 parte 1

La versione 6.5 di vcsa sono state introdotte alcune API REST, vediamo come utilizzarle.
Oltre alle API sono stati creati alcuni SDK per utilizzare le API da vari linguaggi (Java, Python, .NET, Perl, Ruby) o da un semplice client REST come postman.
Per inziare, installiamo postman, scarichiamo il SDK per REST ed importiamo in postman i due file json  che troviamo in VMware-vSphere-Automation-SDK-REST-6.5.0\client\samples\postman
Per importarle basta lanciare postman, cliccare import > import file> choose files > e selezionare i 2 files json
Ora, nel nostro postman troveremo 2 nuove collezioni:
Ora, esplorando la libreria vSphere Automation REST Resources troviamo diverse richieste, REST, ordinate e raggruppate in folder, che andremo ad inviare al nostr vcenter.
Spesso le richieste fanno uso di variabili racchiuse in doppia parentesi graffa,
ad esempio {{vc}} 
Cliccando sulla rotellina in alto a destra, possiamo preimpostare il valore di alcune di queste variabili:


Ora, iniziamo ad utilizzare le richieste.
Innazi tutto dobbiamo autenticarci al  vcenter: entriamo nel folder Authentication e selezioniamo login
Notiamo che in alto a destra abbiamo selezionato il set di variabili creato in precedenza.
Esaminando la richiesta di login, ci rendiamo conto che stiamo usanod un metodo Post verso la URL  /rest/com/cmware/cis/session (in vcenter) con un'autenticazione di tipo basic, utilizzando il nome del vcenter, llo user name e la password attraverso le variabili d'ambiente.




Se il login non va a buon fine, basta disabilitare la verifica SSL in  File > Settings > General tab > SSL certificate verification, turn off (serve il restart di postman)
Dopo esserci loggati, è il momento di esplorare l'ambiente: possiamo avere la lista degli host utilizzando la richiesta LIST nel folder HOSTS, oppure l'elenco dei datastore o delle VM 

Per avere qualche dettaglio più approfondito, potremmo cliccare VM > get DETAILS
ma, attenzione, nella URL dovremo inserire il VM ID che abbiamo ricavato dal comando precedente (VM > LIST)


Possiamo anche creare una VM, utilizzando il metofo POST, VM > CREATE WITH DEFAULTS. La gran parte dei devices assegnati alla VM si basa sui default impostati per il tipo di guest OS scelto. Importante è preimpostre alcuni parametri nella sezione 'body' come il Guest OS type,il datastore,il folder, ad il resource pool.






Nessun commento:

Posta un commento